Arrestati due giovani fidanzati. Ad unirli erano l'amore e la droga. Sono stati sorpresi, infatti, nel pomeriggio di ieri dai carabinieri con un chilo di hashish in auto.
La scoperta dell'ingente quantitativo di droga è avvenuto durante un servizio di routine di controllo del territorio, effettuato dai carabinieri della Stazione di Ceccano coadiuvati dai colleghi del Norm e coordinati dalla Compagnia di Frosinone, e finalizzati proprio alla repressione dei reati relativi agli stupefacenti. I giovani, il ventunenne ceccanese Luca Lepre e la pofana Emanuela Modesti di 20 anni sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.
La coppia a bordo di una Fiat 500 è incappata nei controlli dei carabinieri del colonnello Fabio Cagnazzo e, nonostante si trattasse di semplici accertamenti per eventuali violazioni al codice della strada, ha immeditamente dato segni di nervosismo che hanno insospettito i militari i quali hanno deciso di perquisire l'auto. Un anomalo rigonfiamento del tappetino poggiapiedi del lato passeggero ha attirato la loro attenzione, e proprio lì sotto, dopo averlo sollevato, hanno trovato un chilo di hashish già suddiviso in panetti da 100 grammi. La vendita al dettaglio sul mercato avrebbe fruttato circa 12.000 euro. A quel punto i carabinieri hanno deciso di perquisire la casa della giovane e, ben nascosta tra la biancheria, hanno rinvenuto una busta contenente oltre 15.000 euro, provenienti dall'attività illecita.
La droga e il denaro sono stati sottoposti a sequestro. Al termine delle formalità di rito, in attesa del giudizio per direttissima, Lepre è stato tradotto nel carcere di Frosinone, mentre la Modesti è stata posta agli arresti domiciliare nella propria abitazione. Per gli arrestati, difesi dall'avvocato Tony Ceccarelli, verrà proposta la misura dell'avviso orale.