Quando il decoro urbano è un illustre sconosciuto. I cittadini puntano il dito verso il delegato dell'amministrazione di Roberto De Donatis. La situazione per le strade periferiche della città è nota a tutti: diverse le mini discariche abusive che spuntano fuori. Forse con l'arrivo dell'ispettore ambientale queste criticità andranno lentamente scomparendo. Ma il mal costume e la mancanza di senso civico regnano anche al centro. I residenti dello storico quartiere San Rocco sono stanchi di vivere tra i rifiuti e fanno appello al consigliere delegato al decoro urbano Lino Caschera.  «Siamo amareggiati e il perché è facile da intuire - ha detto un gruppo di cittadini che parla di una situazione insostenibile - Non è la prima volta che facciamo appello alla classe politica, ma invitiamo ufficialmente il delegato del ramo, il consigliere Lino Caschera, a farsi una passeggiata per le nostre strade. Certamente poi dovrà pulirsi le scarpe perché gli escrementi degli animali sono dovunque. Anzi aggiungiamo che chi li raccoglie li abbandona in sacchetti posizionandoli sulla palina dove prima c'era posizionato un cestino. Chiediamo che venga rimossa immediatamente, come necessario un taglio dell'erba vicino la zona del ponte Cristini. Parliamo precisamente di via Michele Ciotola teatro spesso di serate brave di ragazzi che lasciano bottiglie di vino, di birra, bicchieri e cartacce».
La protesta dei cittadini è vibrante. «Vogliamo maggiori controlli - aggiungono - Si era parlato di telecamere che avrebbero ripreso tali episodi. Se questo fosse vero perché non punire i trasgressori che non rispettano i luoghi pubblici? Il consigliere Caschera è atteso per prendere visione delle criticità, ma se i suoi impegni lo tengono lontano dal nostro rione tramite le foto potrà rendersi conto da solo dello stato d'abbandono in cui viviamo».