In un mercato dell'auto che nel primo trimestre continua a calare, i modelli Alfa Romeo prodotti a Piedimonte San Germano vanno controcorrente e anche nel mese appena trascorso incassano successi sia sul mercato italiano che statunitense.

Il mercato italiano
Andiamo con ordine: a marzo cala il mercato dell'auto in Italia a meno 5,75%. Sono state immatricolate 213.731 autovetture. La contrazione, che segue un calo dell'1,4% in febbraio e una crescita del 3,36% in gennaio, è dovuta ad un complesso di ragioni.
In tale contesto il gruppo Fca fa ancora peggio del mercato e cala del 12,8%. Si tratta perlopiù di risultati chiaroscuro per il gruppo automobilistico guidato da Sergio Marchionne con Fiat che ha patito un -20,3%, mentre Jeep ha continuato la sua corsa sfrenata a un +76,7% trascinata da Compass.
Venendo ai numeri di casa nostra, ovvero delle vetture prodotte a Piedimonte San Germano, la mausica però cambia decisamente: il marcio Alfa Romeo cresce del 17% e Stelvio va al comando nella classifica dei Suv premium.
Si guarda dunque con ottimismo al futuro e al piano industriale: a tal proposito trapelano le prime indiscrezioni di quel che potrebbe giungere da Balocco il primo giugno.
In ogni caso, fra i veicoli che potrebbero essere annunciati da Sergio Marchionne il 1 giugno, ci sarebbe l'Alfa Romeo E-SUV. Secondo i soliti ben informati, il nuovo Sport Utility Vehicle sarebbe prodotto nello stabilimento di Mirafiori accanto al Maserati Levante.
Se il nuovo Suv Alfa Romeo verrà prodotto nella fabbrica piemontese, al contrario un probabile futuro Suv compatto Maserati, sempre secondo le indiscrezioni, verrebbe prodotto nello stabilimento di Cassino accanto all'Alfa Romeo Stelvio.

E adesso l'export fa sperare
Intanto buone notizie per quel che riguarda il mercato e le vetture prodotte a Piedimonte San Germano arrivano anche da oltreoceano: «A marzo - spiega Fca - sono state vendute 216.063 auto. È stato il miglior mese di marzo dal 2001 In tale contesto le vendite di Alfa Romeo (2.576 unità) sono più alte dello stesso mese di un anno fa. Il dato di marzo infatti rivela che le Giulia immatricolate negli Stati Uniti nel mese sono state 1284, mentre Stelvio si è attestato a quota 1270. Nel primo trimestre Giulia con 3085, è cresciuta del 220%; per lo Stelvio 2653 unità.