Effettua un acquisto on-line ma viene truffato, grazie all'associazione Codici ottiene giustizia. Il responsabile di Gorgonzola (MI) è stato condannato per truffa ad una pena di quattro mesi di reclusione oltre a 200euro di multa. Vittima un giovane di Alatri che dopo aver visto il modello e costo conveniente di un Ipad, su un sito di annunci online, lo aveva acquistato.
Ha così contattato telefonicamente l'inserzionista, che sostenendo diaver ricevutogià molte offerte ha indotto fraudolentemente il giovane a concludere in fretta l'acquisto. Il venditore ricevuto così il denaro è scomparso. Il truffato allora si è rivolto all'associazione dei consumatori Codici ed è stato assistito direttamente dal responsabile della delegazione di Alatri, Alessandro Milani coadiuvato nella difesa in giudizio dall'avvocato Alessandro Agostini. Effettuata la denuncia presso la Questura, il responsabile della truffa è stato rinviato a giudizio e condannato dal giudice monocratico del Tribunale di Frosinone alla pena di 4 mesi di reclusione e 200 euro di multa. Soddisfatto Milani: «Prestate attenzione agli annunci online troppo allettanti che richiedono, quale metodo di pagamento, una ricarica su carta prepagata del tipo "poste pay"; in caso di acquisto preferite un metodo di pagamento tracciabile e sicuro quale ad esempio il bonifico bancario». Codici continuerà a segnalare alla polizia postale eventuali siti o annunci sospetti e a difendere cittadini e consumatori che dovessero inIl tratto finale di via Calabria cappare in situazioni analoghe.