Una discarica abusiva di rifiuti pericolosi vasta circa mille metri quadrati. E' quanto scoperto ieri dai carabinieri di Anagni, nell'ambito di specifica attività info-investigativa finalizzata a contrastare illeciti in materia ambientale. All'interno della discarica venivano stoccati, a contatto con il suolo, rifiuti speciali consistenti in pneumatici, componenti metallici corrosi, materiale sanitario deteriorato, vetro e materiale di risulta derivante da ristrutturazioni edilizie. I militari, nel corso degli accertamenti, hanno raccolto inequivocabili elementi di colpevolezza nei confronti dell'amministratore unico di una società del posto, già censito per reati contro la persona e contro l'autorità giudiziaria. L'uomo, un 58enne della città dei Papi è stato, così, denunciato alla procura della Repubblica presso il tribunale di Frosinone. L'accusa nei suoi confronti è di gestione illecita di una discarica abusiva di rifiuti speciali pericolosi non autorizzata. Tutta l'area in questione è stata, inoltre, sottoposta a sequestro preventivo.