Autocarri a fuoco e andati completamente distrutti a due passi dalla Geymonat. Verso le 4.30 di ieri mattina carabinieri e vigili del fuoco sono accorsi in località Stanze di Foggia, all'interno della "Viscio Logistica", dove due autocarri stavano andando a fuoco. Le fiamme, all'arrivo dei pompieri, avevano già distrutto i due automezzi, dei quali è rimasta solamente la carcassa.
Sulle cause dell'incendio, che propagandosi avrebbe potuto avere effetti ancor più devastanti, stanno indagando gli uomini del luogotenente Massimo Crescenzi, comandante della Stazione dei carabinieri di Anagni, che non escludono alcuna ipotesi. Nella zona, in passato, si sono registrati furti di automezzi e di mezzi d'opera, le cui tracce conducevano per lo più nel napoletano e nell'interland romano. In particolare alcuni furti avvenuti proprio a danno dei cinescopi prodotti dalla Videocolor ed accatastati nei magazzini gestiti da terzi, riguardavano la sparizione di autocarri contenenti le apparecchiature tecnologiche in questione; automezzi da lavoro e da cantiere, oltre a ruspe ed escavatori anche costosissimi, sono stati ritrovati nella campagna romana, ad opera dei militari della Benemerita.
La logistica, ad Anagni, è ormai l'attività dominante, e dopo la chiusura dei colossi industriali di cui restano rovine e macerie, la movimentazione delle merci sembra l'unica in grado di produrre numeri interessanti. Il territorio anagnino è percorso quotidianamente da migliaia di autocarri generalmente di grosse dimensioni. Un andirivieni inizialmente sottovalutato, che ultimamente allarma i carabinieri e gli ex Forestali, per il possibile impatto sull'ambiente. Per non parlare, poi, degli effetti sulla pavimentazione stradale, in condizioni disastrose a causa della mancata manutenzione e naturalmente delle attività di trasporto. A due passi dal luogo dell'incendio si trova la Geymonat, industria farmaceutica la cui proprietà sarebbe stata appena rilevata da un gruppo del Meridione. Un fatto quello accaduto ieri all'alba comunque su cui fare chiarezza da parte delle forze dell'ordine che indagano a 360 gradi. Ovviamente fondamentale sarà l'individuazione delle cause, tra le quali ovviamente quella dolosa non è assolutamente esclusa dagli stessi inquirenti. In merito ai danni il valore andato in fumo per i proprietari dei mezzi supera le decine di migliaia di euro