Aveva appena prelevato i soldi dal bancomat dell'Istituto di credito Banca popolare di Ancona, in via Mària, nella parte bassa del capoluogo, quando è stato avvicinato da un uomo che gli ha intimato di consegnare il portafoglio con il denaro. All'interno c'erano circa 1.500 euro. Con il bottino il bandito è fuggito e alla vittima, un ottantenne, non è rimasto altro da fare che contattare le forze dell'ordine.

La ricostruzione

La rapina si è verificata intorno alle 18.30 di ieri. Attimi di terrore per il pensionato che era arrivato da poco davanti allo sportello per prendere i soldi che gli servivano per alcuni pagamenti. All'improvviso si è visto spuntare davanti una persona che lo ha minacciato facendosi consegnare il denaro contenuto nel portafoglio. Come detto, stando a una prima ricostruzione dell'accaduto, si tratta di una cifra cospicua, ben 1.500 euro.

Le indagini

Immediatamente è stato lanciato l'allarme. Sulle tracce del rapinatore si sono messi subito gli agenti della polizia di Frosinone. Sono state setacciate tutte le strade limitrofe e le possibili vie di fuga. Nel frattempo è stata raccolta la testimonianza dell'anziano per trovare elementi utili a dare un nome e un volto al bandito che, non è ancora chiaro, se avesse con sé un'arma.
Indagini in corso da parte degli agenti della squadra Volanti della Questura di Frosinone. Agenti che in pochissimo tempo l'altra sera hanno rintracciato, invece, il rapinatore che aveva messo a segno un colpo ai danni di una prostituta sull'asse attrezzato, nella zona della Tomacella. In quel caso è stato denunciato un ventottenne, accusato di aver malmenato e sottratto la borsa a una trentenne.
Non si esclude che sviluppi possano esserci nelle prossime ore anche per quanto riguarda l'ultimo episodio.
Di aiuto potrebbero essere anche le telecamere di videosorveglianza della banca e della zona. Il bandito potrebbe aver agito da solo, oppure aiutato da un complice. Per fortuna l'ottantenne non è stato ferito, anche se lo spavento è stato grande.