Nella mattinata di ieri, a Ferentino, i carabinieri della locale Stazione, in esecuzione di un'ordinanza di carcerazione emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Roma, traevano in arresto un 42enne del posto, già censito per reati contro la persona ed il patrimonio, dovendo lo stesso espiare la pena di anni 4 e mesi 9 di reclusione per "tentato omicidio e violazione leggi sulle armi". Il provvedimento trae origine dalle meticolose risultanze investigative poste in essere dai militari operanti a seguito del tentato omicidio verificatosi il 19 ottobre 2014 a Ferentino ad opera di un 48enne del luogo, in concorso con il 42enne, nei confronti di un giovane ferentinese, mediante esplosione di colpi di arma da fuoco. A seguito dell'azione criminosa, verosimilmente riconducibile ad un credito da parte della vittima per l'acquisto di un telefono cellulare, il 48enne veniva tratto in arresto mentre il 42enne, resosi irreperibile, veniva rintracciato il giorno successivo e sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria quale indiziato del delitto di tentato omicidio in concorso. L'arrestato, espletate le formalità di rito, veniva accompagnato presso il proprio domicilio in regime degli arresti domiciliari;