Furto al Centro di Formazione Professionale, danni agli infissi ma bottino assai magro: 30 euro. Ieri mattina gli addetti alla sede anagnina dell'Agenzia Provinciale di Formazione, situata in viale Regina Margherita, hanno avuto la sgradita sorpresa di trovare la finestra al piano terra scassinata e la macchinetta distributrice di bevande ugualmente ridotta male. Gli ignoti, penetrati all'interno della struttura che da anni si occupa della formazione professionale dei giovani del circondario, hanno "aggredito" la macchinetta svuotandola del contenuto, che ammontava a meno di 30 euro. I locali, facilmente raggiungibili, sono situati al piano seminterrato che fino a due anni fa, prima del trasferimento nella sede di via Generale Carlo Alberto dalla Chiesa (ex sede distaccata del Tribunale di Frosinone), ospitava il Comando anagnino della Brigata Guardia di Finanza.
I responsabili dell'Agenzia hanno chiamato i carabinieri che verso le otto sono intervenuti per rendersi conto dell'accaduto e attivare quanto di competenza. Con l'obiettivo diretto verso la porta d'ingresso e la macchinetta distributrice automatica, le telecamere sono sembrate a prima vista poter contribuire all'individuazione dei responsabili del "colpo". A un'attenta analisi, suffragata poi da quanto ha riferito il direttore, gli uomini dell'Arma hanno appurato che le telecamere erano finte. Il direttore ha ammesso: «Le abbiamo installate per distogliere i malintenzionati, ma evidentemente il trucco ha funzionato soltanto fino a ieri».
Numerosi giovani seguono i corsi organizzati dall'Agenzia. In questo periodo gli studenti sono iscritti ai corsi per "operatore amministrativo segretariale" e "operatore del Benessere – estetista". Corsi gratuiti, finanziati dalla Regione Lazio.