Una giovane si avvicina ad una donna residente nel capoluogo per chiedere informazioni: ringrazia della cortesia ricevuta stringendo le mani della sua interlocutrice. Le strade delle due si dividono. All'improvviso la frusinate si accorge che al suo polso non c'è più il prezioso orologio: è stata appena derubata! Le sue urla attirano l'attenzione di alcuni passanti, che contattano immediatamente la linea di emergenza 113 della Questura. Gli agenti delle Volanti, giunti sul posto, acquisiscono informazioni utili per identificare la ladra. Da tempestivi accertamenti emerge che con lo stesso modus operandi era stato messo a segno un altro colpo, in danno di un ragazzo di Ceccano. Il luogo dove è stato consumato il fatto è monitorato dal sistema di videosorveglianza: le immagini "incastrano" la ladra, il cui volto è stato riconosciuto dalle vittime.  Scatta la denuncia: la ragazza, nativa della Spagna, dovrà rispondere di furto con destrezza.