Piove all'interno dell'ospedale di Sora. E s'accendono le polemiche. È spuntato un secchio che raccoglie l'acqua che dal soffitto scende in uno dei corridoi del presidio ospedaliero di San Marciano. Un'immagine poco edificante e rassicurante per il territorio. Il nosocomio sorano offre servizi e assistenza a un vasto bacino d'utenza che copre ben ventisette comuni. Ancora una volta a essere chiamata in causa è stata la politica di ieri e di oggi. "L'ospedale di Sora continua continua a essere in caduta libera», hanno commentato i pazienti. Il sindaco Roberto De Donatis si è detto pronto ad allertare la dirigenza dell'Asl di Frosinone affinchè intervenga sulla problematica. Sul tema intanto è intervenuto il neo eletto al consiglio regionale del Lazio, il grillino Loreto Marcelli. «I problemi dell'ospedale di Sora, nonché degli altri ospedali rimasti aperti del nostro territorio, sono tanti. La mancanza di medici e d'infermieri crea delle problematiche cicliche – ha detto il consigliere Marcelli Quello che suggerisco è di muoversi con uno sviluppo concertato sull'intero pianeta sanità provinciale. I tanti problemi posti in essere riguardano Sora, ma anche Cassino e Frosinone. Quello che mi chiedo adesso è che due mesi prima della fine della campagna elettorale Nicola Zingaretti ha affermato che, oltre al finanziamento di 17 milioni di euro per il S.S.Trinità, saremo usciti dal commissariamento e quindi avremmo avuto 3000 nuovi medici e operatori sanitari. – ha concluso Marcelli- Spero che tutto questo avvenga nel più breve tempo possibile, come è stato detto, e che non resti una promessa». Sono stanchi di tagli, di file imbarazzanti per effettuare una prestazione medica, di un pronto soccorso al collasso.
I pazienti del S.S. Trinità negli anni hanno protestato per difendere l'ospedale da un futuro preoccupante. «Questo ospedale presenta diverse criticità hanno detto alcuni utenti Ora addirittura ci piove. Speriamo che chi di dovere si attivi per porre rimedio a questa situazione che non fa certo onore alla nostra città»