Strage sulla Cassino-Formia all'altezza di Ausonia. Ieri pomeriggio, dopo il conferimento dell'incarico al medico legale Viglialoro, è stato dato il via agli esami autoptici sulle salme di Gianluca Domenicone di vent'anni (che oggi ne avrebbe compiuti 21), Franco Nardone di 43 e Antonio D'Alterio di 36, le tre vittime di San Giorgio che hanno perso la vita nel drammatico incidente avvenuto nella notte tra sabato e domenica sulla Sr630, all'altezza di Ausonia. Un compito delicatissimo, reso ancor più complesso dalle condizioni in cui i tre corpi straziati sono stati trovati dai soccorritori. Quindi, ultimate le operazioni alla presenza dei periti delle parti, si attenderà il nulla osta del magistrato per i funerali. Nel violento incidente hanno riportato ferite gravissime anche una quarantasettenne e un quarantanovenne di Cervaro. I due viaggiavano sulla Bmw X3 che ha impattato con la Golf su cui si trovavano le vittime. Per i feriti iscritti nel registro degli indagati per omicidio colposo, come atto dovuto la prognosi resta ancora riservata e si spera in un miglioramento delle condizioni.Oggi le camere ardenti nell'obitorio di Cassino. Poi domani i funerali: quello di D'Alterio a Vallemaio in mattinata. Nel pomeriggio le esequie di Nardone e Domenicone a San Giorgio affidate all'agenzia Domenicone