Tentato furto in periferia, i carabinieri mettono in fuga i malviventi. È accaduto domenica sera, poco lontano dalla stazione ferroviaria Anagni/Fiuggi. La cronaca Un gruppo di malviventi, probabilmente una banda abituata a derubare le abitazioni isolate senza curarsi della presenza o meno degli occupanti, ha preso di mira una villetta isolata. I proprietari, nonostante lo scroscio della pioggia ed il volume del televisore acceso, hanno avuto l'impressione, rivelatasi esatta, di aver udito dei rumori provenienti dall'esterno. Nonostante il timore della presenza di estranei sicuramente non animati da buone intenzioni, il sangue freddo ha prevalso sulla titubanza e sul dubbio di poter allarmare inutilmente le autorità, ed immediatamente è stata chiamata la sala operativa del Comando Stazione Carabinieri di Anagni.
Gli uomini dell'Arma non hanno perso un istante, ed in men che non si dica la pattuglia presente sul territorio, s'è diretta verso la località indicata dall'operatore in servizio. Quello dell'altra sera è stato uno di quei casi in cui le forze dell'ordine sono costrette a scegliere tra un'azione eseguita con discrezione che possa portare all'arresto dei banditi, o sull'intervento in piena evidenza, per far desistere i delinquenti dall'azione delittuosa che potrebbe essere in atto. Naturalmente è prevalsa l'esigenza di assicurare la salvaguardia delle persone possibili vittima della banda, e la vettura di servizio degli uomini del Lgt Massimo Crescenzi ha raggiunto l'abitazione che era stata presa di mira dalla banda di malviventi. L'azione ha ottenuto l'effetto desiderato, ed i malviventi hanno desistito dalle losche intenzioni, dandosi alla fuga. Non sono stati ancora catturati, ma non si escludono interessanti sviluppi. Controllare il vasto territorio di competenza non è facile, ma l'azione sul campo dei carabinieri è sempre presente.