Entrano nel bar e provano a rapinarlo ma il titolare reagisce e mette i fuga i due malviventi che poco dopo vengono bloccati e arrestati dai carabinieri con l'accusa di tentata rapina. È successo ieri sera a Posta Fibreno in pieno clima elettorale con i seggi ancora aperti. Intorno alle 21.30 L. M. 39 anni e A. F. 41, entrambi residenti nella vicina Broccostella, vecchie conoscenze della giustizia per reati contro la persona e il patrimonio, facevano irruzione nel bar tabacchi "Bacco, Perbacco, Baffo" in via Contrada Casalvittoria nel centro di Posta Fibreno. Volto travisato da una sciarpa e armati di coltello, L.M. e A.F.si dirigevano verso il titolare posizionato dietro il bancone, intimandogli di consegnargli i soldi dell'incasso effettuato fino a quel momento.
Quest'ultimo, però, non si perdeva d'animo e con grande coraggio reagiva prontamente alla richiesta della coppia di malviventi. Nasceva una colluttazione con i due rapinatori che forse non s'aspettavano della reazione decisa del proprietario del bar. A questo punto L. M.e A. F.rinunciavano alla rapina e si davano alla fuga a bordo di una Fiat Panda.
Una fuga che comunque durava poco. Grazie alle immediate e puntuali indicazioni della vittima e della moglie, unici presenti nel bar tabacchi al momento della tentata rapina, venivano attivate le ricerche dei due malviventi da parte dei carabinieri allertati a stretto giro di posta dallo stesso proprietario del bar tabacchi. Dopo un breve inseguimento, i militari del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Sora, coadiuvati dai colleghi della stazione di Vicalvi, intercettavano i due malviventi e li bloccavano in via Villa Carrara al centro di Sora. Scattavano quindi le manette ai polsi dei due malviventi.
Rilevato il concreto pericolo di fuga e la gravità della condotta tenuta e grazie agli elementi probatori raccolti, i due venivano sottoposti a fermo di polizia giudiziaria. Dopo le formalità di rito, venivano condotti presso le rispettive abitazioni agli arresti domiciliari, come disposto dall'autorità giudiziaria. Nelle prossime ore si terrà l'udienza di convalida davanti al giudice del tribuna di Cassino.