Lo stadio comunale "Città di Frosinone - Benito Stirpe" non è stato selezionato dalla giuria tecnica tra i dieci finalisti candidati ad aggiudicarsi il premio "Stadium of the year 2017", organizzato dalla piattaforma specializzata Stadiumdb. L'impianto frusinate, tuttavia, rimane in corsa per il "Public Award" deciso dalla giuria popolare (gli internauti, i tifosi, gli appassionati) che possono esprimere la propria preferenza sul sito stadiumdb.com fino al 4 marzo. L'annuncio dei finalisti scelti dalla giuria tecnica è avvenuto alle 12 di ieri: il pool di esperti, architetti di stadi, ciascuno di Paesi e società diversi, qualiNick Birmingham (Arup Associates, Londra), l'italiano Riccardo Cestari (Architects Londra), Bünyamin Derman (DB Architects, Istanbul), Maria Sipinska-Malaszyska (APA Sipinska Malaszyski, Varsavia) e il famoso Sergei Tchoban (Speech and Tchoban Voss Architekten, con sede a Mosca e a Berlino) che hanno partecipato alla progettazione di oltre una dozzina dei migliori stadi moderni e hanno avuto sicuramente un occhio allenato a carpire finezze tecniche ed architettoniche, hanno espresso il proprio giudizio. Sulla base dei punteggi assegnati, a contendersi il titolo di stadio dell'anno saranno, in rigoroso ordine alfabetico: "Gaziantep Stadyumu" di Gaziantep (Turchia), "Luzhniki" di Mosca (Russia) una delle arene che ospiterà gare dei prossimi Mondiali di calcio, "Mercedes Benz Stadium" di Atlanta (Usa), "Samsun 19 Mayis Stadyumu" di Samsun (Turchia), "Stadion Sankt Petersburg" di San Pietroburgo (Russia) in cui si giocheranno match per la Coppa del Mondo, "Stadio Slaski" di Chorzow (Polonia), "Stadionul Ion Oblemenco" di Craiova (Romania), "U Arena" di Parigi - Nanterre (Francia) la nuova casa del Racing 92, "Wanda Metropolitano" di Madrid (Spagna), il nuovo stadio che ospiterà le gare casalinghe del Club Atlético de Madrid, e lo "Yeni Ataturk Stadyumu" di Sakarya (Turchia). Adesso i "magnifici" dieci saranno sottoposti da parte della giuria tecnica a una valutazione ancor più dettagliata. Tre saranno i criteri sui quali si orienteranno i professionisti; valore architettonico: questa categoria include l'attrattiva, la chiarezza e la coerenza dell'architettura realizzata, oltre che nel contesto locale, anche in termini di posizionamento per altri eventuali potenziali utenti. L'architettura costituisce fino al 40% del punteggio di uno stadio; funzionalità e adattabilità allo scopo: questa categoria mira a valutare se l'accesso, i punti di vista, la protezione dagli elementi e l'acustica siano stati realizzati correttamente. Anche la funzionalità costituisce fino al 40% del punteggio finale; innovazione con il potenziale di diventare fonte di ispirazione per altri investitori - architetti dello stadio: si prende in considerazione un insieme di caratteristiche, soluzioni strutturali o tecnologiche o l'approccio a sfide specifiche. Tutto ciò che può contribuire al design dello stadio viene preso in considerazione come vantaggio dell'impianto. L'innovazione costituisce fino al 20% del punteggio di uno stadio. A meno che non sia necessaria una coda per qualche ex aequo, il vincitore sarà proclamato dalla giuria tecnica il 7 marzo. Nella scorsa edizione a triofare è stato l'Istanbul Vodafone Park di Besiktas, il suggestivo quartiere affacciato sul Bosforo, che è diventato il primo stadio turco in assoluto a vincere il titolo di "Stadium of the year". Nell'albo d'oro figurano a partire dal 2012 l'Arena do Gremio di Porto Alegre, la Ghelamco Arena di Ghent in Belgio (2013), l'Allianz Parque di Sao Paulo (2014), l'Estadio Bbva Bancomer di Guadalupe (2015), che è diventato il primo stadio messicano a vincere in questa competizione.