Un mese prima aveva colpito l'ex convivente, fratturandole le ossa della testa con un casco. Lunedì, era ancora lì da lei nonostante la neve, nonostante un divieto di avvicinamento. L'uomo, alla fine, è stato bloccato dagli agenti delle volanti e allontanato. Al tempo stesso l'episodio è stato segnalato per un eventuale aggravamento della misura. Il protagonista di questa vicenda è un trentaduenne di Frosinone. L'altro giorno ha deciso di far visita all'ex compagna, malgrado un obbligo di non avvicinarsi deciso nei suoi confronti dopo il precedente episodio nel quale l'aveva ferita alla testa, provocandole una frattura, con un casco da motociclista. L'uomo, disoccupato, non si è spaventato né della misura che incombe sul suo capo né dall'emergenza neve. Così si è mosso e ha raggiunto la vecchia abitazione: ha bussato alla porta della donna, residente nella zona bassa di Frosinone.
La donna, però, temendo per la propria incolumità personale ha deciso di chiedere aiuto contattando il 113. Così sul posto sono intervenuti gli agenti della sezione volanti della questura, coordinati dal commissario capo Flavio Genovesi. La donna, spaventata, ha raccontato l'accaduto, non senza fatica. Non sempre, infatti, le vittime di violenze domestiche trovano la forza di andare fino in fondo. Un tratto comune in molte storie di maltrattamenti e violenze anche ripetute. Fatto sta che, con le informazioni ricevute, gli agenti sono riusciti a risalire al trentaduenne che, vista la malaparata, aveva deciso di rifugiarsi in casa di un amico. Quest'ultimo, residente nello stesso stabile, era ignaro di tutto quando hanno bussato gli agenti, interessati esclusivamente all'ex convivente della donna. Una volta rintracciato l'hanno condotto negli uffici della questura per gli accertamenti di rito. Stando così le cose e, constatata la violazione del divieto di avvicinarsi alla donna, l'accaduto è stato segnalato all'a u t orità giudiziaria che procede anche per l'altro episodio. Sarà chiesto un aggravamento della misura precedentemente adottata.