Sarà una lunga per le centinaia di volontari e per tutti gli uomini delle forze dell'ordine e non solo impegnati a fronteggiare l'ondata di freddo e neve che si è già affacciata sulla Ciociaria. Uomini che con i propri mezzi si sono posizionati da ore nei punti considerati maggiormente a rischio. Soprattutto per il pericolo di ghiaccio, probabilmente il vero problema di questa ondata di gelo siberiano. Ecco allora che da ore sono entrati in azione i mezzi spargisale dei comuni, della Provincia e dell'Astral al fine di evitare il formarsi di lastre di ghiaccio così come per contenere il deposito a terra della neve. 
Operativi per tutta la notte, in collegamento con le sale operative dei rispettivi comuni, con il Centro operativo comunale di Frosinone, con le forze dell'ordine, i vigili del fuoco e la Prefettura. Sta avvenendo in queste ore in tutta la Ciociaria, in specie nelle zone dove sono già caduti i primi fiocchi di neve, come a Fiuggi e Fumone. E qui, in località Porciano, è entrata in azione la Protezione civile di Ferentino che con diversi mezzi e numerosi uomini sta cospargendo sale sulle strade più a rischio ghiaccio. Un lavoro che andrà avanti per tutta la notte. Una lunga notte, in attesa del grande gelo e della grande nevicata. 

I primi fiocchi di neve hanno fatto la loro comparsa nel nord della Ciociaria, segnalati in particolare a Fumone e a Fiuggi, entrambi i centri situati oltre i 700 metri di altezza, quota iniziale fissata dagli esperti per le precipitazioni che poi dovrebbero progressivamente scendere a quote più basse e perfino in pianura. E così tutti gli enti preposti si sono attivati: molti comuni hanno chiuso le scuole per domani, la prefettura ha fatto blindare i caselli autostradali per impedire l'accesso sull'A1 dei mezzi di peso superiore, a pieno carico, a 7,5 tonnellate, i comuni hanno predisposto i piani di emergenza anti neve mentre l'Astral ha messo in funzione su tutte le strade regionali interessate dall'allerta meteo i propri mezzi spazzaneve e spargisale. 
Insomma, la provincia sembra pronta a fronteggiare il grande gelo in arrivo e che con i primi fiocchi di neve ha già bussato alla porta del territorio. 

di: La Redazione