Un tagliaerba a prezzo imbattibile attira l'attenzione di un 42enne del cassinate. Come da "cliché" l'inserzionista, per concludere la trattativa, chiede all'acquirente una ricarica su Poste Pay. Trascorsi i necessari tempi tecnici per la spedizione, il "cliente", visto che del tagliaerba non c'era traccia, si rivolge agli agenti del Commissariato di Cassino. Tempestive e serrate indagini permettono di risalire all'identità del truffatore, un 40enne campano,  per il quale scatta la denuncia. La Polizia di Stato rinnova l'invito a diffidare degli "affaroni" e di effettuare pagamenti in sicurezza.