Cerca di incassare un assegno da 143.700 euro con documenti falsi. Ma un 46enne della provincia di Frosinone ha passato il compleanno non a festeggiare, bensì agli arresti. L'uomo ha tentato il colpo grosso in un ufficio postale ai Parioli. Lì si è presentato con un assegno frutto di un risarcimento danni a seguito di un grave incidente stradale nel quale era rimasto ferito un toscano. I carabinieri del Nucleo operativo della compagnia Roma Parioli, invece, hanno arrestato il ciociaro proprio un attimo prima che arraffasse la somma di denaro. L'uomo è accusato di tentata truffa aggravata, sostituzione di persona, possesso di documenti falsi e falsa attestazione a pubblico ufficiale sulla identità. Il ciociaro è stato arrestato sabato mattina, ma la notizia è stata resa nota ieri.
I dipendenti dell'ufficio, immediatamente insospettiti dall'atteggiamento del cliente, hanno chiamato subito i carabinieri. Il documento che aveva è risultato palesemente contraffatto. Ma non solo, il ciociaro aveva già aperto un conto corrente sempre con il documento falso, dove sarebbero transitati quei soldi per poi essere prelevati subito dopo. I carabinieri hanno contattato il vero proprietario dell'assegno, un 56enne della provincia di Firenze, danneggiato in un incidente stradale. Che ora, si spera, riceverà a breve il titolo. Il ciociaro, dopo l'udienza di convalida, è stato scarcerato con l'obbligo di firma.