Troppe siringhe in città: scatta il piano sicurezza. Per far fronte ai casi, sempre più frequenti, di ritrovamento di siringhe ancora sporche di sangue nei pressi delle scuole si corre ai ripari per arginare il problema. «Ci siamo impegnando per bloccare il fenomeno che vede la presenza di siringhe nei dintorni dei plessi scolastici ha detto la consigliera delegata all'istruzione Serena Petricca Quando genitori e cittadini ci segnalano la presenza di siringhe il nostro intervento è immediato. Mi capita spesso di chiamare di mattina presto i referenti della società Ambiente surl. Anche ieri l'assessore Sandro Gemmiti è stato informato da una mamma della presenza di una siringa.
L'amministratore ha cosi contattato l'eco centro di Santa Rosalia dal quale un operatore è celermente intervenuto».
L'assessore Petricca continua: «Dobbiamo mantenere la calma e procedere facendo prevenzione. Al più presto dal Comune convocheremo un tavolo tecnico con il comandante della polizia locale Rocco Dei Cicchi, l'amministratore della società ambiente surl Luigi Saltelli ei dirigenti scolastici delle scuole presenti sul territorio di Sora. Programmeremo un'azione sinergica volta in primis alla sicurezza degli alunni. Idea da dover sviluppare è il posizionamento, in punti strategici di un impianto di video sorveglianza che possa individuare i colpevoli di tali gesti che voglio precisare escono fuori dalla nostra sfera di controllo.- ha concluso Serena Petricca Sicuramente aumenteremo i controlli da parte dei vigili in delle zone sensibili, come appunto le scuole». Dalla società Ambiente surl l'amministratore unico ha fatto sapere che da martedì riprenderà un'attività di controllo per le scuole. «Dall'aprile 2016 a ieri abbiamo tolto dalla strada 20 siringhe, alcune di esse erano nelle strade limitrofe ai plessi scolastici ha detto Luigi Saltelli Per questo motivo impiegheremo un operatore che, dalle 5.30 del mattino, spazzerà davanti le scuole rinvenendo qualsiasi tipo di rifiuto abbandonato che troverà dinnanzi ai suoi occhi»