Una maxi operazione anti-droga da parte dei carabinieri della città martire e di Secondigliano che hanno eseguito otto ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Gip del tribunale di Cassino: i soggetti, sei di Cassino, sono ritenuti responsabili di spaccio di sostanze stupefacenti. Diverse le zone del centro urbano interessante prima dell'alba.

L'attività di indagine avviata a seguito del decesso di un tossicodipendente di Cassino morto per overdose nel 2015 ha consentito di portare alla luce, grazie ad attività tecnica e attraverso una sequela di sequestri amministrativi di droga e dalle testimonianze di diversi acquirenti, una fiorente attività di spaccio svolta senza soluzione di continuità dal sodalizio che aveva "allestito" nel cassinate una piazza di spaccio che si approvvigionava dello stupefacente in Napoli e Castel Volturno