I Carabinieri del N.A.S. di Latina al termine di attività ispettiva svolta nell'ambito della sicurezza alimentare e a tutela della salute dei cittadini, condotta con la collaborazione del personale della Stazione Carabinieri, presso un ristorante di Ripi hanno rilevato precarie condizioni strutturali e pessime condizioni di pulizia di una gravità tale da far disporre la chiusura immediata dell'attività ristorativa fino al ripristino delle corrette condizioni di pulizia e manutenzione strutturale delle cucine e delle attrezzature.
A tali gravi mancanze bisogna aggiungere il rinvenimento di oltre 20 chili di alimenti freschi e congelati (carne, prodotti ittici, formaggi e preparazioni gastronomiche) conservati in un frigorifero con pareti interne sporche ed in pessime condizioni igieniche. Per quest'ultima grave violazione, i militari del N.A.S. hanno sequestrato gli alimenti predetti, denunciando alla Procura della Repubblica di Frosinone il titolare dell'attività ristorativa, per la detenzione di alimenti destinati ad essere somministrati agli avventori in cattivo stato di conservazione.
Inoltre, il responsabile del ristorante deteneva barattoli di conserve alimentari (marmellate di frutta, funghi e peperoncini sott'olio) per le quali non era in grado di certificarne l'origine e la provenienza a riprova della loro salubrità. Il ristorante chiuso ha un valore di 250.000 euro. Per le varie violazioni amministrative sono state contestate al titolare dell'attività sanzioni per una cifra complessiva di 2.500 euro.