Paziente cade dal letto dell'ospedale e muore: indagati un medico e quattro infermieri. Per il decesso di Fausta Terenzi, avvenuto a Frosinone il 26 gennaio 2017, la procura ha chiuso le indagini e ha chiesto il rinvio a giudizio nei confronti dei sanitari, per il reato di omicidio colposo. Stando alle accuse l'evento si sarebbe verificato «in conseguenza delle gravissime lesioni riportate» dalla paziente «a seguito di una caduta dal letto dell'ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone reparto di ortopedia dove la stessa si trovava ricoverata per una frattura riportata al femore della gamba sinistra».
Il giorno successivo alla caduta, la Terenzi, stando alla ricostruzione della procura, «cadeva dal letto superando le alte sbarre di protezione» del letto «andando a picchiare con il capo in terra nella parte sinistra della fronte.
L'urto aveva provocato un'emorragia cerebrale inoperabile che il 26 gennaio 2017 causava la morte della signora Fausta Terenzi»: Stando alle accuse, il medico non si sarebbe attenuto alle linee guida da tenere in causa di trauma cranico in una paziente di oltre novant'anni sottoposta a terapia anticoagulante. Per la procura, invece, non venne effettuato un costante monitoraggio della donna e una tac entro sei ore dal trauma. Stando alle accuse, il medico «si era limitato a visitare la paziente nell'immediatezza della caduta, riscontrando una piccola tumefazione fronto-temporale e nessun deficit sensitivo e motorio». La Tac, invece, venne seguita solo dopo le sei ore. Le infermiere sono accusate, invece, di non aver operato gli opportuni accorgimenti per impedire la caduta dal letto della signora. I cinque sono comparsi venerdì davanti al gup di Frosinone. Il magistrato stante un difetto di notifica ha disposto il rinvio dell'udienza. Sono assistiti dagli avvocati Angela Caprio e Angelo Testa