A Cassino i carabinieri della locale Compagnia, unitamente a quelli del NAS di Latina, hanno proceduto al controllo di una nota attività commerciale, frequentata da numerosissimi giovani del luogo e dei paesi limitrofi. Nel corso del controllo i militari hanno riscontrato inadeguatezze dei requisiti del laboratorio adibito a cucina, per la presenza di contenitori di rifiuti sprovvisti di coperchio e funzionamento "a piede", disordine nella custodia dei prodotti alimentari, nonché promiscuità nella conservazione di circa 100 Kg di prodotti carnei ed ittici, stipati all'interno di un frigocongelatore a pozzetto e custoditi all'interno di buste di cellophan, in ordine alle quali il titolare non era in grado di fornire riscontro documentale idoneo a garantire la loro rintracciabilità, per cui venivano sottoposti a sequestro amministrativo. Il titolare oltre alla sanzione con ammenda di euro 1.500,00, veniva anche segnalato alla Asl competente ai sensi degli art. 6 e 7 del Decreto Legislativo 193/07 per la verifica degli ambienti lavorativi.