Continua, senza sosta, l'impegno degli ispettori ambientali sul territorio per la bonifica delle discariche a cielo aperto.
I volontari, coordinati dall'assessore Dana Tauwinkelova che lavora in stretta sinergia anche con la polizia provinciale, nella giornata di ieri sono riusciti a risalire a ben due "furbetti" della differenziata. Una sanzione è scattata per un condominio del centro cittadino, un'altra, invece, nella zona di San Pasquale. In questo caso gli ispettori sono riusciti ad individuare i furbetti della differenziata grazie ad alcuni indizi rinvenuti tra le buste dell'immondizia. Nel caso specifico tra le buste della spazzatura gettate lungo la strada gli ispettori hanno trovato gli estremi dell'estratto conto tramite il quale sono riusciti a risalire all'autore del gesto. Per lui, dopo i controlli di rito, è scattata la sanzione.
Polizia provinciale in prima linea
L'assessore all'ambiente Dana Tauwinkelova lavora in stretta sinergia non solo con gli ispettori ambientali ma anche con la polizia provinciale. Nei giorni scorsi sono stati ben tre i siti bonificati. E la delegata del sindaco, rivendicando con orgoglio il lavoro svolto dice: «Nel 2017 sono stati ben 70 i verbali per abbandono dei rifiuti». E poi sempre l'assessore ricorda il lavoro effettuato di recente dal suo assessorato nella villa comunale. «In merito ad alcuni articoli apparsi sui quotidiani locali e relativi al taglio di alcuni alberi, voglio precisare che tali piante sono state rimosse perché secche e pericolanti. In particolare una rischiava addirittura di schiantarsi nei pressi dell'edicola che si trova accanto all'ingresso principale della Villa Comunale mettendo in serio pericolo l'incolumità dei passanti e dei proprietari dell'attività commerciale. Il taglio di due o tre alberi secchi non credo possa rappresentare un problema per l'ecosistema cittadino», replica secco l'assessore a chi aveva contestato tale operazione da parte dell'assessorato all'ambiente del Comune».