Un ordigno bellico della seconda guerra mondiale, integro ed efficiente, è stato rinvenuto ad Anagni, nel giardino di una villa in via Cerere Navicella. Immediato l'intervento dei carabinieri della stazione anagnina, agli ordini del maresciallo Massimo Crescenzi, e degli artificieri dell'esercito giunti da Roma su sollecita richiesta degli stessi carabinieri. L'ordigno, messo in sicurezza dagli artificieri, è poi stato fatto brillare brillare in una cava dismessa a Fiuggi.