Un bottino da 47.000 euro nascosto in un rudere, sulla strada che collega Cervaro a Cassino. E' un mistero piuttosto importante, visto che la somma di tutto rispetto era composta da banconote da 50 e 100 euro, occultate in un bustone che due giovani di Cervaro e uno di Sant'Elia stavano cercando di portare via. Da dove provengano i soldi e soprattutto a cosa fossero destinati non è dato saperlo: proprio per questo gli uomini della Compagnia di Cassino (coordinati dal capitano Mastromanno e dal luogotenente Raucci) agli ordini del Comando provinciale guidato dal colonnello Cagnazzo, hanno avviato mirate indagini. Nessuna pista può dirsi esclusa: potrebbe essere denaro proveniente da distinti furti, celato in un anonimo rudere. Soldi magari destinati ad acquistare una partita di droga o a saldare qualche imponente debito. I tre sono stati denunciati.I soldi sequestrati.