Nella mattinata di ieri a San Giovanni Incarico i militari della locale stazione facevano scattare il divieto di dimora nel comune di San Giovanni, emessa dall'ufficio Gip del tribunale di Cassino, per il reato di"atti persecutori, stalking", nei confronti di un quarantottenne pregiudicato per reati contro la persona, contro il patrimonio e in materia di stupefacenti, e una quarantatreenne, pregiudicata per reati contro la persona e contro la pubblica amministrazione. I due, conviventi, erano già sottoposti ad ammonimento. Il provvedimento cautelare scaturisce dalle operazioni investigative dei Carabinieri che avevano accertato che i due, negli ultimi anni, con reiterate intimidazioni e minacce, avevano provocato a una donna vicina di casa un perdurante stato d'ansia, costringendola a modificare le proprie abitudini di vita