Rientra a casa e trova due banditi all'interno. Sessantenne immobilizzato dopo una colluttazione e rapinato di soldi e gioielli custoditi nella cassaforte. Furto sfociato in rapina ieri sera, intorno alle 18.30,in un appartamento di una palazzina in via Casilina sud a Pofi. Sul posto sono arrivati i carabinieri che hanno effettuato tutti gli accertamenti di rito per cercare di dare un nome e un volto agli autori. È caccia a due uomini con accento straniero. La ricostruzione Hanno fatto irruzione nell'appartamento al primo piano di un palazzo, nel tardo pomeriggio, scardinando una finestra. Probabilmente non si aspettavano il ritorno improvviso del proprietario. Alla vista dell'uomo, i due banditi si sono scagliati verso di lui per bloccarlo. Ne è scaturita una colluttazione, fortunatamente senza gravi conseguenze per il sessantenne, anche se lo spavento è stato forte. Subito dopo è stato, però, immobilizzato e minacciato. I rapinatori lo hanno costretto a farsi consegnare il codice per aprire la cassaforte. All'interno c'erano circa duemila euro, gioielli e oggetti di valore. Con il bottino in mano, di circa 10.000 euro, i due sono fuggiti facendo perdere le loro tracce. Le ricerche La vittima ha subito lanciato l'allarme e contattato le forze dell'ordine. Sul posto sono arrivati i militari per i rilievi e per cercare elementi utili alle indagini. Dalle prime verifiche è stato accertato che i due uomini stranieri, sono entrati nell'appartamento da una finestra. Avevano iniziato a rovistare nei cassetti quando, inaspettatamente, è rincasato il proprietario. Sulle tracce dei malviventi si sono messe diverse pattuglie a cui è stata data subito la nota di ricerca. Sono state setacciate le zone limitrofe e le vie di fuga e avviate le indagini per cercare elementi che possano essere utili a risalire ai rapinatori. Non si esclude che all'esterno, a fare da palo, ci fosse un complice che li ha aiutati nella fuga.