I carabinieri di Cassino, con quelli di Piedimonte San Germano, hanno arrestato in flagranza dei reati "di detenzione illegale di armi clandestine, detenzione abusiva di munizionamento e ricettazione di armi e munizioni" F.R., quarantasettenne di Castrocielo, già censito per reati contro il patrimonio e la persona. L'uomo, notato mentre si aggirava a piedi in atteggiamento sospetto con un grosso borsone in mano in una nota piazza del centro pedemontano, è stato controllato dai militari. All'interno del borsone sono stati trovati un fucile cal. 16 a due canne, di una nota marca straniera la cui matricola è risultata essere non censita in Banca Dati e nel Banco Nazionale di Prove di Gardone Val Trombia (BS), oltre a venti cartucce cal. 16 e un coltello a serramanico. L'arma, perfettamente funzionante, le munizioni e il coltello, sono state sequestrate. Stante la flagranza e dopo aver accertato che il quarantasettenne era sprovvisto di qualsiasi titolo di polizia a detenere armi, l'uomo è stato immediatamente arrestato e dopo le formalità di rito associato alla casa circondariale di Cassino.