Era stata trovata senza vita dall'amato marito la scorsa domenica, nel letto di casa. Doveva essere un giorno di festa ed invece è stato tinteggiato di nero, dalla tragedia di una giovane vita spezzata troppo presto, a soli 26 anni: questa è la storia di Ida Rosati, una piccola grande donna, una moglie, una madre, una figlia, un'amica. E' passata dal sonno alla morte, forse a causa di un malore, lasciando sgomenta e addolorata un'intera comunità, un paese, tutti quelli che la conoscevano. Le cause della sua morte prematura sono state cercate attraverso l'esame autoptico, avvenuto nel pomeriggio di ieri. L'analisi medico-legale, disposta dalla Procura, è durata circa tre ore ed è stata effettuata dal medico di Roma Tatiana Mangiulli. Rilasciato il nulla osta da parte del magistrato, oggi la salma rientrerà nella chiesa parrocchiale di Posta Fibreno alle 18.30, dove i cari della giovane madre potranno darle l'ultimo saluto. I funerali saranno invece celebrati domani alle 15.00, nella stessa cappella postese.