Si terranno oggi pomeriggio, nella chiesa di San Sebastiano, i funerali di Antonello La Marra, l'autista santeliano di 51 anni morto a poche ore dal tragico schianto sulla Trignina registrato nel tardo pomeriggio di lunedì. L'intera comunità, addolorata dall'immane perdita, potrà unirsi alla famiglia alle 15. Anche il Comune di Crecchio piange Jezael Scarinci e Daniele Ferroni 31 anni da compiere il primo, 51 anni il secondo deceduti sul colpo. Antonello era stato salvato grazie all'immediato intervento dei vigili del fuoco di Cassino e trasferito all'ospedale Veneziale di Isernia dove, dopo aver lottato per tutta la notte, è morto alle luci dell'alba di martedì. Tutta la comunità di Sant'Elia si è detta addolorata, dopo la perdita di un grande lavoratore autotrasportatore da almeno 20 anni e di un padre amorevole.
«Se n'è andato un grande lavoratore, un nostro caro concittadino, un padre amorevole. Sono davvero addolorato, tutti noi lo siamo» aveva detto nell'immediatezza il sindaco di Sant'Elia Fiumerapido, Fernando Cuozzo, dopo la morte di Antonello.
Ragioniere, vent'anni fa aveva deciso di mettersi in proprio perché nel suo settore non c'era lavoro. Anche suo padre era stato un autotrasportatore. Così aveva deciso di iniziare a viaggiare per sostenere i suoi tre figli.Un lavoro duro, che spesso lo portava ad affrontare trasferte massacranti. La dinamica è in fase di ricostruzione.