Donne, ma anche minori. E in qualche caso anche episodi di violenza di gruppo. Sono le vittime di violenze sessuali. In provincia di Frosinone il dato risulta stabile. Diciassette le violenze sessuali denunciate nel 2016, altrettante nel 2015. Secondo i dati del ministero dell'Interno Frosinone, per l'anno 2016, è tra le venti province d'Italia più sicure. Un po' meglio rispetto al dato del periodo precedente. In valori assoluti il record aspetta a Isernia con una sola violenza sessuale denunciata nel 2016, seguono Vibo Valentia con 3, Oristano con 4 e Aosta e Fermo con 5.
Sono, invece, cinque le province dove si raggiungono numeri record. Sono le grandi città più Rimini che, in tal caso, sconta la sua vocazione turistica e l'afflusso delle grandi folle durante la stagione estiva. La classifica vede Milano a 428, Roma a 352, Napoli a 171,Torino a 156 e Bologna a 133 .Il dato del Lazio, Roma esclusa, vede Latina a 31, Viterbo a 20 e Rieti a 6. Nel confronto tra il 2015 e il 2016 le violenze sessuali in Ciociaria risultano essere costanti. In valori assoluti restano appunto 17, con lievi scostamenti tra le varie tipologie. Diminuiscono di un'unità quelle sui maggiori di 14 anni (da 15 a 14), quelle in danno di minori di 14 anni (da una a nessuna) e le corruzioni di minorenni (da tre a zero), mentre aumentano, da una a due, quelle di gruppo sui maggiori di 14 anni, da due a sei gli atti sessuali con minorenne. Nei due anni presi in considerazione non risultano violenze di gruppo ai danni di 14 anni.
Resta un lato oscuro: è quello delle violenze non denunciate. In tante, per paura o vergogna, preferiscono tacere. Facendo lo stesso tipo di confronto per le altre province laziali, tranne Roma, si nota per Latina la diminuzione delle violenze sui maggiori di 14 anni, da 35 a 26, e l'aumento,da uno a quattro, degli stupri sui minori di quattordici anni, e da quattro a cinque degli atti sessuali con i minori di 14 anni. A Viterbo crescono le violenze nei confronti di chi ha più di 14 anni (da 17 a 19), mentre diminuiscono (da uno a zero e da tre a due) le violenze e gli atti sessuali con minori di 14 anni. A Rieti lieve crescita da quattro a cinque delle violenze su chi ha più di 14 anni,mentre restano stabili quelle sui minori di 14 anni, con un solo caso denunciato nel 2016 così come nel 2015.
Se si considerano i valori del 2015, invece, sempre per numero totale di denunce, Frosinone era appena fuori le trenta migliori province italiane, con il trentaduesimo posto.
In questo caso la provincia con meno denunce per violenza sessuale Vibo Valentia ne ha avuto tre. Poi Massa Carrara con 4, Aosta, Rieti con 5 e Fermo con 6. Sempre cinque le province dove il numero di denunce per violenza sessuale raggiunge la tripla cifra. Il posto dove si denuncia di più è Milano con 422, seguita da Roma con 323, Napoli con 166, Torino con 154 e Bologna con 113. Nel resto del Lazio Latina è a 36,Viterbo a 18 e Rieti a 5. Se il confronto si fa tenendo conto delle violenze denunciate ogni centomila abitanti, allora, secondo un'elaborazione del Sole24 Ore, la migliore è sempre Vibo Valentia 1,8 denuncia ogni centomila abitanti, davanti a Massa Carrara (2) e Pordenone (2,6). Quindi Nuoro con 2,7 e Caserta con 3,1. Al contrario la peggiore è Milano (13,2), davanti a Savona (13,1), Siena (13), Rimini (12,8) e Trieste (12,7). Frosinone, da questo versante, è nona in Italia con un indice di 3,4. Nel Lazio solo Rieti, sesta, ha un indice più basso con 3,2. Peggio risultano essere Viterbo con 5,6, Latina con 6,3 e Roma con 7,4.