Gli uomini del Commissariato di Cassino, insieme al fiuto che non sbaglia un colpo di Jamil, sono tornati nelle scuole della città martire. Nuovo blitz a sorpresa ieri mattina in diverse scuole superiori della città martire. Sarà per quest'azione di monitoraggio ad ampio raggio e per la pervasività dei controlli che anche ieri mattina non è stato trovato nulla. Un chiaro messaggio ai giovanissimi clienti, ai loro pusher (che non per forza sono "young"): l'utilizzo di sostanze stupefacenti - soprattutto all'interno degli spazi comuni come palestre e bagni - non è solo vietato dalla legge ma anche fortemente contrastato dagli agenti che ogni giorno sono in campo per attuare una prevenzione che risulti il più efficace e il più stringente possibile. A partire, soprattutto dalle scuole, dove la formazione e dove l'educazione alla legalità valgono più di mille ore di studio. Anche nella giornata di ieri forte il plauso di insegnanti e dirigenti per l'ottimo lavoro degli agenti e del dottor Tocco.

Falsi parcheggiatori nei guai

Nell'arco della mattinata di controlli non sono mancati neppure blitz al mercato: allontanati due venditori ambulanti, finti parcheggiatori. Un problema di certo non nuovo ma fastidioso: non è la prima volta che gli abusivi diventano molesti, soprattutto nell'are attigua al mercato. A qualcuno chiedono un'offerta e alla risposta negativa non mancano insulti e minacce. Ieri gli agenti hanno denunciato un napoletano e irrogato un foglio di via obbligatorio nei confronti di un "collega".