Una sorpresa davvero amara, quella di ieri mattina, per i proprietari della pasticceria Vaniglia e Cioccolato. Nella notte tra giovedì e venerdì alcuni malviventi si sono introdotti nell'attività sulla via Casilina, a Torrice, portando via tutti i contanti custoditi nella cassa, circa trecento euro.
«Sono rimasto senza parole - racconta Gino Diana, pasticciere e proprietario dell'attività - Siamo qui da sette anni e un fatto del genere non era mai accaduto. Sono entrati sicuramente a piedi, visto che abbiamo una catena davanti al piazzale della nostra pasticceria. Ci hanno lasciato tutto sottosopra e una banconota da venti euro sul pavimento che forse gli è caduta nella fretta di scappare».
Gino Diana, la cui pasticceria è sinonimo di qualità, è stato chiamato, ieri mattina, da un collaboratore andato ad aprire l'attività e che invece, con sua grande sorpresa ha trovato la vetrina della porta d'ingresso sfondata con un grosso masso di una cinquantina di chili, abbandonato lì dai ladri. All'interno, vetri ovunque, locale sottosopra. Il bottino dei malviventi però è stato di poco conto, visto che in cassa hanno trovato solo trecento euro. Pare che abbiano portato via anche qualche pezzo di arredamento.
Sul posto sono immediatamente arrivati i carabinieri della locale Stazione insieme ai colleghi del Comando provinciale. Hanno effettuato i rilievi in cerca di possibili tracce, soprattutto sul maniglione antipanico con cui i ladri hanno aperto la porta dopo aver sfondato il vetro.
Al vaglio delle forze dell'ordine anche le immagini catturate dalle telecamere presenti sulla strada vicino alla pasticceria. I ladri, al momento, hanno fatto perdere le loro tracce.