Risveglio imbiancato per buona parte della Ciociaria. Come previsto dagli esperti, la neve è arrivata anche a quote più basse, tra i 500 ed i 700 metri di altitudine.  Veroli, Alatri, Ferentino, Fiuggi, Guarcino e Fumone, questa mattina, si sono ritrovate avvolte da una suggestiva coltre bianca. Ma la neve ha portato con se anche disagi alla viabilità ed ai pedoni. Dalle prime luci dell'alba, infatti, sono in azione i mezzi spargisale e gli spazzaneve delle società di servizio di strade statali e regionali per evitare i danni che le strade innevate potrebbero causare alla circolazione. La macchina dei soccorsi si è messa in moto per evitare che, l'ulteriore calo termico previsto per le prossime ore, trasformi la neve in lastre di ghiaccio che metterebbero a serio rischio l'incolumità degli automobilisti. Inoltre, si registrano nevicate anche in alcuni comuni del cassinate come Acquafondata e Vallerotonda dove, a causa dei danni da maltempo, risultano già impraticabili strade campestri e vicinali. Ora, la speranza dei sindaci è che non si ripeta la drammatica situazione che nel 2012 portò all'isolamento di diverse zone.
Per gli amanti dello scii, però, oggi è un giorno memorabile. Sui monti della Ciociaria la neve è, infatti, scesa copiosa ed ormai è tutto pronto per l'apertura delle stazione sciistiche. Da Campo Staffi a Filettino e Campocatino fino a Guarcino, gli appassionati potranno godere delle piste innevate soprattutto nei prossimi giorni, quando è previsto il ritorno del sole e del grande freddo.