Un ristorante in chiesa per Natale? Questo e molto altro lungo l'enorme ed elegante navata di Sant'Antonio di Padova a Cassino. Niente scranni ma solo una tavolata enorme per accogliere chi, ieri, avrebbe pranzato da solo o non avrebbe avuto gli ingredienti sufficienti per imbandite una tavola festosa per la famiglia. Ci hanno pensato il vescovo Gerardo Antonazzo e la parrocchia guidata da don Benedetto offrendo un pranzo di Natale ai poveri, agli emarginati, agli anziani soli o, semplicemente, a chi voleva fare un'esperienza di condivisione. Ma hanno partecipato anche quanti non si sono seduti a quel tavolo direttamente: chi ha dato un contributo economico, le attività commerciali che hanno offerto il necessario, chi ha cucinato, chi ha offerto il proprio tempo come i volontari della Caritas parrocchiale. C'era un popolo in azione nella chiesa di Sant'Antonio a Natale con la felicità sul volto di chi desidera donare e c'era un altro popolo, quello dei invitati con i quali il vescovo ha parlato personalmente. Alla fine torta, panettoni e regali per i più piccoli. L'iniziativa quest'anno ha ricevuto la speciale benedizione di Papa Francesco che ha mandato una lettera, proprio ieri, firmata dal segretario di Stato il Cardinale Pietro Parolin. Ed è stata un'emozione leggerla insieme. Anche il sindaco D'Alessandro non ha fatto mancare contributo e presenza