Incidente in pista fatale durante un test di un prototipo per Claudio Donati, 31 anni, collaudatore della Maserati residente a Colonna. Una notizia terribile per un giovane professionista specializzato nel suo settore. Claudio spesso tornava a Paliano dove il padre Mariano dirige un'azienda ortofrutticola ed è molto conosciuto in tutta la zona tra Roma e Frosinone.

La tragedia

Claudio Donati, originario di Paliano, stava effettuando dei giri di prova sulla pista di Balocco (Vercelli) al volante di un prototipo del prestigioso marchio due giorni fa, quando, per cause da accertare, è uscito di strada. Per il giovane, intrappolato tra le lamiere, non c'è stato nulla da fare, a nulla sono valsi gli immediati soccorsi. L'ingegnere meccanico, impegnato nel Programma Levante, era apprezzato e stimato da tutti. La tragedia in un momento difficile per la Maserati, con i dipendenti che appena una settimana fa, tramite la Fiom-Cgil, hanno minacciato l'astensione dal lavoro in caso di mancate commesse dovute all'assenza di nuovi modelli.
Claudio Donati aveva sposato la sua compagna appena due mesi fa, circostanza che aggrava il dolore dei cittadini di Paliano e Colonna. Sull'incidente è stata aperta un'inchiesta, mentre il sindacato chiede più sicurezza sulla pista per i piloti che effettuano collaudi; si tratterebbe infatti del secondo incidente mortale in due anni sul medesimo circuito. Sulla tragedia è intervenuta la sigla sindacale Fiom Cgil di Modena «Confidiamo che rapidamente gli organi preposti facciano luce sull'accaduto, accertando ogni responsabilità – si legge in una nota – La sicurezza dei lavoratori deve essere una priorità per tutte le imprese e per questa ragione la Fiom Cgil organizzerà nei prossimi giorni un'assemblea presso lo stabilimento Maserati di via Sallustio a Modena, in cui era occupato il 31enne, per ragionare con i lavoratori diretti interessati sulle azioni utili da mettere in campo per tutelare al massimo la sicurezza, anche in un ruolo come quello dei collaudatori che tutti i giorni rischiano la propria vita. La Fiom Cgil esprime cordoglio per la morte del pilota Maserati e vicinanza alla famiglia».
Una terribile notizia che sconvolge le comunità di Colonna e di Paliano.