"O si ritirano i licenziamenti o i nostri se ne andranno".
Nessun giro di parole per i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Briganti, Coppotelli e Stamegna in vista dell'incontro tra i sindacati e i vertici aziendali Ideal Standard fissato per giovedì a Unindustria Frosinone. La trattativa sarà semplice: "O si ritirano i licenziamenti o i nostri se ne andranno. Nessun margine di trattativa se non si revoca la procedura in essere".

Cgil, Cisl e Uil saranno intransigenti: "Il comportamento di Ideal Standard è un comportamento che vìola i rapporti e le relazioni industriali, schernisce i Lavoratori e sbeffeggia il Governo. Nello Stabilimento di Roccasecca tutto funziona, tutti sono a lavoro, il parcheggio è pieno di vetture degli operai, ma fuori il presidio c'è e sarà perenne. Ogni giorno una iniziativa per obbligarli a tornare indietro".

Briganti, Coppotelli e Stamegna si dichiarano disponibili "a un nuovo piano industriale qualora dovesse servire e le parole di Zingaretti ci trovano concordi ma soprattutto hanno ridato speranza ai lavoratori. Avere la Regione Lazio dalla nostra parte è un grande valore aggiunto".
Il probelam non può essere solo di Roccasecca, si tratta di una vertenza nazionale . "Ciò che sta accadendo a Roccasecca - concludono - potrebbe accadere ovunque. Siamo il secondo Paese manifatturiero in Europa. Non consentiremo mai questi scippi a danno dei lavoratori".