Un Natale senza parco del ghiaccio. Il danno irreparabile alla macchina chiller ha costretto gli organizzatori a rinunciare all'attrazione che lo scorso anno ha portato molte persone in centro. Intanto l'amministrazione comunale ha già ordinato di smantellare tutto. Niente parco del ghiaccio quest'anno. Delusione tra i tanti bambini che lo attendevano da mesi.
Festa purtroppo rovinata dal danno, risultato poi irreparabile, alla macchina a che alimenta il freddo della pista di pattinaggio, andata in fiamme per un corto circuito lo scorso 9 dicembre.
Questo il messaggio lasciato dagli organizzatori a tutti gli appassionati: «Si informa che la programmata organizzazione a Veroli de "Il parco del ghiaccio", a causa dell'incidente avvenuto al chiller frigo risultato irreparabile, è stata annullata. Abbiamo provato a reperire sul mercato machine analoghe a noleggio ma senza risultato. Siamo dispiaciuti per il mancato svolgimento e ci scusiamo con tutti i pattinatori». Una pista di pattinaggio in perfetto stile newyorkese nella splendida cornice del borgo ernico, un regalo di Natale assai gradito ai verolani e non solo, vista l'affluenza record dello scorso anno.
Ad un giorno dall'inaugurazione, però, la macchina del freddo era andata in fiamme.
Un danno grave, anche se si era cercato in tutti i modi di trovare una soluzione con la sostituzione di un impianto chiller a noleggio. Tentativo fallito, visto che non si trovano macchine simili e disponibili da nessuna parte. Impensabile l'acquisto di una nuova visti i costi. Dispiaciuto anche Augusto Cestra, presidente di Confartigianato Frosinone e promotore dell'iniziativa insieme alla S&C Eventi. Il miracolo di Natale tanto sperato non è arrivato e l'amministrazione ha dato disposizione di sgomberare l'orto del Vescovado che tornerà ad ospitare le solite auto. Proseguono, invece, tutti gli eventi in programma fino al 6 gennaio sia nel centro storico che nelle zone di periferia con la sinergia delle associazioni e della Pro loco.