"La sanità del Lazio è uscita dal commissariamento. Se questo è avvenuto in tutta la provincia di Frosinone, e soprattutto a Cassino, è merito del personale che in questi 10 anni ha sempre tenuto botta". Così il governatore Zingaretti arrivato questa mattina al Santa scolastica ha ringraziato i camici bianchi per il lavoro svolto - nonché tutto il personale e i pazienti - e ha ribadito l'annuncio di 3000 assunzioni tutte a tempo determinato per rafforzare gli ospedali. Ad accogliere il presidente Zingaretti c'erano il consigliere regionale Marino Fardelli e l'assessore Mauro Buschini.
Zingaretti non ha fatto cenno a questioni politiche e all'imminente campagna elettorale per il rinnovo del consiglio regionale ma si è soffermato sugli aspetti del lavoro. A tal proposito ha inviato un messaggio ai 532 interinali messi alla porta da Fca ed ha spiegato che il sito pedemontano tornerà a produrre presto a pieno regime. A tal proposito ha evidenziato l'impegno della Regione messo in campo fino adesso perché la più grande fabbrica della Regione tornasse a produrre dopo un periodo di crisi. E a proposito di crisi e di lavoro in questo momento il governatore è in viaggio per raggiungere lo stabilimento Ideal Standard di Roccasecca che ha annunciato la chiusura con la perdita per il territorio di altri 500 posti di lavoro. Il governatore incontrerà le sigle sindacali e gli operai.

Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti è da pochi minuti arrivato nell'ospedale Santa Scolastica di Cassino. Nel corso di una conferenza stampa che si sta svolgendo in questi minuti il Governatore ha messo in evidenza i risultati raggiunti dalla sua giunta sul tema della sanità. Ad accogliere Zingaretti sono stati il consigliere regionale Marino Fardelli è l'assessore Mauro Buschini. "Io ci tenevo a fare questo passaggio a Cassino con il commissario Macchitella per dire grazie. Grazie a tutti coloro che da dentro la sanità in questi 10 anni di commissariamento hanno fatto la differenza. Ma adesso - ha spiegato il Governatore - siamo usciti dal commissariamento perché si è lavorato bene".

di: Alberto Simone