Il progetto pilota è quello partito da Cassino con l'istituzione di uno "Sportello per i diritti" grazie alla stipula di un protocollo d'intesa tra il Garante dei detenuti della Regione Lazio, l'Università degli studi di Cassino e il carcere San Domenico della città martire. Nell'ambito di un importante convegno sulla riforma Orlando che si è tenuto nell'aula magna del Campus Folcara, moderato dall'avvocato Sarah Grieco, con la partecipazione del vicepresidente alla Camera dei Deputati, l'onorevole Giachetti, è stato istituito lo sportello che si impone come un'innovazione: formare giovani studenti di Giurisprudenza (guidati dai professori Dell'Anno e Della Monica) per poter dialogare con i detenuti. Una rieducazione che passa attraverso l'ascolto delle loro esigenze. Responsabili dello Sportello sono i docenti in Procedura penale dell'Università di Cassino, i docenti Pierpaolo dell'Anno e Giuseppe  Della Monica del Dipartimento di Giurisprudenza insieme all'avvocato Sarah Grieco.  Gli studenti verranno affiancati nelle attività dal personale designato dall'Università, dopo una formazione di quattro mesi.  Sentito il plauso dell'onorevole Giachetti per il lavoro svolto dal direttore della casa circondariale di Cassino, la dottoressa Irma Civitareale, e dal personale della polizia penitenziaria: "Più le condizioni del carcere sono dure e più si riesce ad andare avanti solo grazie all'abnegazione dei vertici della struttura carceraria. Faccio un plauso a quella diretta dalla dottoressa Irma Civitareale, e attraverso il comandante dalla polizia penitenziaria, a tutti gli agenti che operano a Cassino".