La carcassa di un cucciolo di lupo, di circa sei mesi d'età, è stata rinvenuta dai Guardiaparco del Parco dei Monti Simbruini e della Riserva delle Montagne della Duchessa, durante uno dei sopralluoghi congiunti finalizzati ad individuare i tratti più pericolosi per gli attraversamenti della fauna selvatica. I Guardiaparco hanno individuato l'animale ormai privo di vita, seguendo le tracce di sangue presenti sulla carreggiata tra Jenne e Vallepietra, dove erano evidenti i segni di frenata e dell'impatto, il corpo dell'animale è stato trovato in fondo alla scarpata vicina al luogo dell'incidente, nel torrente Simbrivio, dove, probabilmente, è stato gettato da chi l'ha investito, con l'intento di nascondere la carcassa, essendo la specie rigorosamente protetta da leggi nazionali e internazionali. Mentre le indagini su questo caso sono ancora in corso, i sopralluoghi per la messa in sicurezza delle strade proseguiranno nei prossimi giorni. I primi interventi saranno messi in opera a partire dal 2018 e vedranno la messa in posa di pannelli luminosi, bande ottiche e speciali catadriotti . L'Ente Parco ha rinnovato l'invito, rivolto a tutti i frequentatori delle strade dell'area protetta, a viaggiare alle velocità prescritte dalla segnaletica stradale prestando la maggiore attenzione possibile agli attraversamenti della fauna selvatica.