Denunciato per ricettazione. Ma era stato proprio lui a chiamare le forze dell'ordine. La vicenda ha visto protagonista un quarantenne frusinate che ha chiamato la polizia dopo un incontro "amoroso" con una ragazza nigeriana. Il quarantenne, dopo un incontro "amoroso" con una giovane nigeriana, munita di regolare permesso di soggiorno, si è accorto di non avere più cinquecentocinquanta euro. Ha allertato la polizia dicendo agli agenti di essere stato derubato.

Le forze dell'ordine, una volta giunte sul posto, hanno chiesto conto al quarantenne della provenienza dei soldi. Lui ha giustificato la disponibilità della somma con la vendita di alcuni gioielli della nonna ad un "compro oro". Sono scattate le indagini e, da queste, gli agenti hanno scoperto una provenienza diversa. Quelli venduti al "compro oro" non erano affatto dei "tesori" di famiglia appartenenti alla nonna del quarantenne. Per questo motivo, è scattata la denuncia per ricettazione.