Fugge sul tetto e si nasconde dietro una canna fumaria dopo una rocambolesca fuga, ma finisce in manette. Si tratta di Ermanno Forestiero di 33 anni che dopo essere evaso da una comunità in Umbria nella quale era stato destinato in affidamento in prova, come misura alternativa,è stato scoperto e arrestato dai carabinieri della locale Compagnia agli ordini del maggiore Argirò, mentre si nascondeva nella sua abitazione. L'operazione è stata condotta dai militari della Stazione dopo che nella serata di lunedì era giunto un ordine di carcerazione emesso dall'Ufficio di Sorveglianza del Tribunale di Spoleto (Perugia).Il provvedimento era stato emesso a carico di Forestiero poiché, già in affidamento in prova presso una comunità terapeutica umbra in sostituzione di una pena detentiva per reati legati allo spaccio di stupefacenti, ha interrotto il programma allontanandosi senza autorizzazione.
I carabinieri hanno avviato le ricerche del caso e si sono diretti nella sua abitazione pensando che si fosse nascosto lì.
La loro intuizione ha avuto subito conferma tanto che lo hanno rintracciato presso la sua casa di Alatri dove si era nascosto.
I militari sono così riusciti ad entrare nell'abitazione del trentatreenne. Inizialmente non lo hanno trovato ma da alcuni elementi presenti sul posto hanno intuito che forse si era nascosto all'esterno. Non pensavano però che sarebbe salito sul tetto. Infatti Forestiero al fine di sottrarsi alla cattura, ha tentato la fuga sui tetti del condominio innescando così un rocambolesco e anche pericoloso inseguimento a piedi da parte di militari, che in breve tempo lo hanno intercettato e bloccato dietro una canna fumaria traendolo in arresto. Effettuate le formalità di rito, l'arrestato è stato così condotto pressa la Casa Circondariale di Frosinone a disposizione dell'autorità giudiziaria.