Rapina impropria. E poi anche lesioni e porto abusivo di arma da taglio. Sono i reati di cui dovrà rispondere un quarantasettenne ceccanese, S. A., che in queste ore i carabinieri stanno cercando attivamente per metterlo davanti alle sue gravi responsabilità.
Da ieri l'uomo, già noto alle forze dell'ordine per precedenti reati contro la persona, contro il patrimonio e in materia di stupefacenti, è in fuga e dunque ricercato. I militari dell'Arma lo braccano e contano di rintracciarlo presto. Tutto è iniziato dal furto che il quarantasettenne ha tentato di mettere a segno nelle campagne ceccanesi. Ha infatti preso di mira una rimessa agricola dalla quale ha asportato diversi attrezzi da lavoro. Ma proprio mentre, arraffato il bottino, stava per dileguarsi, la sorpresa: il proprietario, insospettito dai rumori provenienti dalla rimessa, si è precipitato a controllare cosa stesse accadendo e ha sorpreso il ladro. Con lui anche alcuni vicini di casa accorsi nella rimessa agricola per dar manforte al proprietario.
Ne è nato un inseguimento: il ladro davanti a gambe levate e il proprietario con i vicini dietro. Finché non l'hanno raggiunto e acciuffato. Il quarantasettenne, vistosi ormai bloccato, ha tentato il tutto per tutto: ha abbandonato la refurtiva e ha tirato fuori dalla tasca un taglierino che ha usato per divincolarsi dal braccaggio. Durante la colluttazione, l'uomo ha colpito con la sottile lama l'avambraccio di uno dei presenti ed è riuscito a fuggire.
Giunti subito sul posto, i carabinieri hanno raccolto elementi ritenuti inconfutabili per l'identificazione del malvivente. Immediatamente sono scattate le ricerche, fino a ieri sera negative.
Intanto, la refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario mentre il taglierino è stato sequestrato. La persona ferita, visitata al pronto soccorso dell'ospedale "Spaziani" di Frosinone, è stata dimessa con una prognosi di alcuni giorni per lievi lesioni. Il fuggiasco viene ricercato su tutto il territorio provinciale e anche fuori. Verrà proposto anche per l'applicazione di una ulteriore misura di prevenzione.