È stato arrestato per aver tentato di eludere con un martello i controlli dell'Arma, dopo un intervento richiesto dalla moglie per maltrattamenti in famiglia. Persino davanti ai bambini. Sono stati convalidati gli arresti per il quarantenne di origini rumene, rimesso poi in libertà senza alcuna misura. L'episodio era avvenuto sabato sera a Sant'Apollinare, dove il quarantenne a seguito di una lite in famiglia ha cercato di evitare l'identificazione da parte dei carabinieri allertati dalla consorte.
La donna aveva denunciato minacce e molestie durante la notte, anche davanti ai loro bambini.
Poi l'arrivo dei militari della Stazione di Cervaro e di quelli di Sant'Apollinare coordinati dalla Compagnia di Cassino, agli ordini del capitano Ivan Mastromanno. A quel punto, però, invece di consentire ai militari di procedere nell'identificazione e nelle regolari attività di controllo l'uomo ha afferrato un martello nel folle tentativo di evitare i controlli.
Bloccato nell'immediatezza, è stato trattenuto nelle camere di sicurezza per una notte. Poi ieri è stato sottoposto al giudizio direttissimo: convalidata la misura, è tornato in libertà.