Incarico a un biologo del Ris per fare accertamenti sul materiale trovato nella casa materna sequestrata una settimana fa a Vallecorsa, di proprietà della famiglia di Michele Cialei, 51 anni, indagato insieme al figlio Terenzio, 19 anni, per la scomparsa del pastore Armando Capirchio. Molto probabilmente sono stati trovati elementi importanti. Lunedì prossimo alla presenza del pm Vittorio Misiti e degli avvocati delle parti, Filippo Misserville per la famiglia del pastore Capirchio e Giampiero Vellucci dei Cialei, si terrà il conferimento dell'incarico al biologo.
Intanto si attendono anche i risultati sulle tracce di sangue umano rinvenuto su alcune pietre lungo il percorso che il pastore faceva ogni giorno, a Monte Calvo. I carabinieri del raggruppamento investigazioni scientifiche di Roma hanno effettuato gli accertamenti anche sulle auto di proprietà dei due e di un mezzo agricolo a caccia di tracce ematiche o biologiche utili alle indagini. Una settimana fa i sigilli alla casa che apparteneva alla nonna del cinquantunenne e in cui ha vissuto la mamma fino a qualche anno fa. Abitazione attualmente disabitata ma su cui i militari vogliono fare accertamenti per cercare eventuali tracce. Di Armando Capirchio, oramai, non si hanno più notizie dal 24 ottobre scorso.