Un amore che non piace affatto alla famiglia di lei e che per questo crea delle conseguenze devastanti. Tanto da culminare al pronto soccorso. Il rapporto fra due ragazzi ostacolato da un'intera famiglia che alla fine, però, paga con seri guai giudiziari per essersi interposta così violentemente nel sentimento sbocciato tra i due giovani.
La giornata di ieri è terminata con tre denunciati e due donne trasportate all'ospedale Santissima Trinità di Sora dopo un'aggressione che, per fortuna, non ha provocato lesioni importanti alle due ragazze.
I fatti raccontano di una giovane donna, poco più che maggiorenne e residente a Sora, che si innamora di un ragazzo di 21 anni, non "gradito" però alla madre di lei. Iniziano così i primi contrasti, ramanzine, rimproveri. Troppo assillante il pressing della famiglia della giovane tanto che, oltre alla madre della ragazza, sono stati denunciati anche il compagno della donna e sue padre, nonno della giovane.
Dopo accurate indagini, i poliziotti del Commissariato di Sora hanno fatto luce sulla vicenda contestando reati ben precisi ai tre familiari della ragazza: sono accusati, infatti, di violenza privata, lesioni e minacce.
I denunciati hanno agito in momenti diversi con l'unico intento di far desistere i due innamorati dal proseguire la loro relazione. Ma i due fidanzati non hanno ceduto neanche davanti all'avversità della famiglia.
Infatti, già una volta la coppia era riuscita a sfuggire alle ire dei familiari di lei nel centro della città. Stavolta, invece, la ragazza non è riuscita ad evitare l'aggressione da parte dei parenti avvenuta nel parcheggio di un supermercato della zona centrale della città. Nell'aggressione è rimasta coinvolta anche un'amica della giovane che in quel momento si trovava con lei.
Le due giovani sono state entrambe refertate al pronto soccorso del nosocomio sorano e poi dimesse.