Vincenzo Frasca, l'83enne residente in via Intignano, nella vasta campagna del centro ernico proprio a ridosso dei Monti Maggiori, scomparso da martedì alle 14 non si trova
L'ultimo a vederlo uno studente proprio all'altezza dell'incrocio tra Intignano e Gaudo, che questa mattina dopo essere stato rintracciato, anche con l'ausilio della polizia locale, ha confermato la sua versione. Una testimonianza importante anche perchè questa ha consentito ai soccorritori di stabilire quantomeno un punto di partenza da dove avviare le non facili ricerche. Queste, dopo la denuncia dei familiari e i primi appelli sui social nella serata di martedì, si sono avute per l'intera giornata odierna tra terreni e zone circostanti fino alla Badia di San Sebastiano. Ricerche poi sospese con l'arrivo della notte e la caduta anche della forte pioggia. Si riprenderà domani mattina alle 7 con appuntamento davanti l'abitazione dell'uomo. Il maggiore della Compagnia di Alatri Argirò che coordina le ricerche, ha richiesto anche la presenza dei cani molecolari. Tornando alle ricerche queste hanno visto impegnati i carabinieri, i vigili del fuoco e gli operatori del soccorso alpino, polizia locale e anche tanta gente del posto che conosce l'83enne e che si è stretta accanto ai parenti. Sul posto, ovviamente, anche gli stessi familiari che oltre a seguire passo passo le delicate fasi delle ricerche, rinnovano a tutti l'appello ad aiutarli nella ricerca dell'anziano e a fornire indicazioni ed informazioni utili in tal senso. Domani quindi si riparte nella speranza che anche il tempo aiuti le battute nella vasta zona.